Fabio Donatantonio

Resta connesso

Software Developer / Adjunct Professor

La ricerca in rete: l’operatore “” (doppi apici)

Un altro operatore che sembra avvicinarsi all’operatore + è quello dei doppi apici in apertura e chiusura di una locuzione.
Racchiudere fra i doppi apici una frase impone al motore di ricerca di ricercare tutte le pagine che contengano la frase o la locuzione mantenendo esattamente lo stesso ordine della sequenza cercata.

In ciò si vede subito la differenza con l’operatore logico AND e con l’operatore +.
Nel primo caso infatti il motore restituisce tutte le pagine in cui compaiano le parole chiave senza tener conto dell’ordine in cui sono presenti.
Nel secondo caso il motore restituisce tutte le pagine in cui compaiano le parole cercate e che obbligatoriamente contengano anche le parole precedute dal segno + (in genere stopword) ignorate nella ricerca con AND logico.
Ma anche in questo caso l’ordine delle parole non è rilevante nei risultati.

L’uso dei doppi apici quindi è più restrittivo dei due precedenti operatori in quanto impone sia di trovare tutte le parole racchiuse fra gli apici, sia di trovarle nell’esatta sequenza in cui sono state scritte.
Un esempio concreto può essere ad esempio: nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai

Google - Ricerca operatore doppi apici

È ovvio che l’utilizzo dei doppi apici non ha alcun senso se si cerca una sola parola.
Lo stesso vale anche se le parole siano più di due ma sono senza un reale nesso discorsivo che le leghi oppure non indicano nulla di specifico.
In tal caso molto meglio usare l’operatore AND o eventualmente l’operatore +.

È inutile ad esempio cercare dante alighieri vita nova cortese cortesia, perché è altamente improbabile che questa serie di termini ricorra esattamente come è scritta.

Google - Ricerca con doppi apici

Le frasi o locuzioni che si vorranno cercare con i doppi apici dovrebbero quini essere molto specifiche e possibilmente esatte, compreso l’ordine delle parole punteggiatura e stopwords.

L’esattezza comunque non è strettamente necessaria: se la punteggiatura manca o se vi sono piccoli errori ortografici spesso il motore riporta la frase correttamente, compresa la punteggiatura.
Ad esempio se inserite una frase errata come dagli atri muschiosi dai fori cadenti, Google, Bing e Duckduckgo vi daranno la frase corretta e punteggiata: «dagli altri muscosi, dai fori cadenti».

Google - Ricerca con doppi apici

Torna al menu articoli -> La ricerca in rete: Introduzione

Fabio Donatantonio

Fabio Donatantonio. Analista e sviluppatore full-stack di applicazioni web in linguaggio PHP. Professore a Contratto per le cattedre di Fondamenti di Informatica e Archivistica Digitale presso Università degli Studi eCampus. Dal 2008 curatore del sito www.donatantonio.net, da sempre appassionato di programmazione, mare, sigari e... musica.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

 

Didattica

Università degli Studi eCampus
Data Evento
30/03/2017
11:30
Esame Archivistica Digitale e Informatica per le Scienze Umane - Lettere - Novedrate(CO)
31/03/2017
11:30
Esame Archivistica Digitale e Informatica per le Scienze Umane - Lettere - Roma
Risorse
Guida HTML/CSS per principianti (link)
Introduzione agli ipertesti (link)
Esercizi guidati in Java (link)
Intelligenza artificiale (link)
Libri
Fondamenti di Informatica (2011) (link)
Informatica per le Scienze Umane (2011) (link)
Fondamenti di Informatica (2014) (link)
Pagina Docente
uniecampus.it - Scheda Docente (link)
Contatti
fabio.donatantonio[at]uniecampus.it

JWhisper, sviluppato presso il Dipartimento di Informatica Applicata dell'Università degli Studi di Salerno:

Stay Connected

Twitter

Le mie foto

Foto di Fabio Donatantonio
×